Elsa Fornero, collaboratrice di Draghi

Politica & co | Italia
Elsa Fornero, collaboratrice di Draghi

di Maria De Falco Marotta

Gallery (Cliccare sulle foto per ingrandire)



Tra i nomi degli esperti chiamati a Palazzo Chigi ce n’è uno che ha già scatenato polemiche tra le parti politiche che la “cacciarono” dal governo Monti, per aver modificato- a ragione- l’aspetto politico dell’uscita in pensione dal lavoro. Ci furono mari e monti che si agitarono e resero impossibile il vivere civile, tanto che il Presidente Monti, fu costretto a dimetterla (ma non meritava un simile trattamento).

 

Cosa aveva fatto di male, la ministra Fornero?

 

Essendo ministro del lavoro e delle politiche sociali nel governo Monti dal 16 novembre 2011 al 28 aprile 2013, la sua firma è sotto la riforma delle pensioni del decreto Salva Italia per contenere alla meglio, la grave crisi economica che aveva investito l’Italia. Durante la conferenza stampa per presentare le misure per la ripresa del Paese, il premier parlò di lacrime e sangue. La stessa ministra pianse chiedendo grandi sacrifici agli italiani, presentando il suo piano di riforma previdenziale, scritto in soli 20 giorni per contrastare il periodo di emergenza, dare un segnale di ripresa e volontà di cambiamento all’Europa e iniziare a smantellare il sistema pensionistico, ritenuto insostenibile sul lungo termine.

 

La riforma Fornero: in cosa consiste e perché è stata criticata

 

Le misure attuate con la riforma Fornero hanno allungato i tempi necessari per andare in pensione, anche con un nuovo modo di calcolo dell’aspettativa di vita, ed esteso il metodo contributivo a tutti.

 

A pochi passi dall’abolizione di Quota 100 e dalla riforma fiscale promessa da Mario Draghi, il nome di Elsa Fornero spaventa i suoi detrattori. In particolare Matteo Salvini e la Lega, che da sempre spingono per l’abolizione delle misure del governo tecnico di Mario Monti. Il Carroccio ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla nuova task force.

 

Quanto guadagna Elsa Fornero con la task force di Mario Draghi?

 

Elsa Fornero non percepirà alcun compenso dal Governo Draghi. Le consulenze dei membri del Consiglio di indirizzo sono infatti fornite a titolo gratuito.

 

Gli altri membri della task force Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica di Palazzo Chigi sono altri personaggi, ma a me interessava la Dott. Fornero per la sua bravura, la sua serietà, la sua indipendenza. Non si è mai lagnata per il pessimo trattamento che aveva ricevuto e- finalmente- qualcuno la rimette al posto che le spettava per la serietà e le capacità che ha.

 

Evviva Elsa Fornero!


Torna indietro